Le forme del silenzio nel movimento del senso
12,00 €
7,2 €
Area 10 – Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
     
SINTESI
«In principio era il silenzio. Dopo è apparso il linguaggio. Quando l’uomo, nel corso della storia, ha percepito il significato del silenzio, ha creato il linguaggio per ingabbiarlo». Comincia così il primo capitolo di questo volume appassionante sul silenzio e sulle sue forme, in un’indagine che è al contempo linguistica, storica e sociale. Al centro della ricerca, l’esempio della dittatura militare brasiliana permette la riscoperta del silenzio come arma di resistenza alla lingua vuota del regime e alla censura. Basandosi sull’approccio interpretativo della “scuola francese” di analisi del discorso, Puccinelli Orlandi ne rivisita le nozioni fondamentali, apportando uno sguardo altro che ha contribuito al rinnovamento teorico di questo stesso approccio. L’opera si rivolge a chiunque sia interessato all’analisi del discorso, alla linguistica, all’antropologia, alla storia contemporanea e/o delle idee, e a chiunque intenda adottare una prospettiva transdisciplinare nelle scienze umane e sociali.
pagine: 148
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-9285-9
data pubblicazione: Aprile 2016
marchio editoriale: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto