Cavalleria
Fra realtà e letteratura nel Quattrocento
17,00 €
10,2 €
Area 10 – Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
     
SINTESI
Cavalleria. Fra realtà e letteratura nel Quattrocento è un libro del 1970 che conserva, come tutte le narrazioni riqueriane, intatte la forza e la grazia di una scrittura che ricostruisce il passato come se si trattasse di una cronaca di attualità. Il libro è attuale per lo stile, ma anche per la lezione di metodo: perché ci invita a leggere la grande letteratura agli albori della modernità, nell’enigmatico Quattrocento, come lo definiva Zumthor, nel suo indissolubile legame con la vita vissuta dei personaggi di storie che furono vere, mentre diventavano letterarie. Il libro è attuale anche per i contenuti, in quanto ci ricorda che in principio sono gli Eroi e che gli stessi, successivamente, meritano la conversione in figure sghimbesce, parodiche, come nel Tirant o più aspramente ne La Celestina, prefigurando, così, il geniale capolavoro cervantino, il Quijote.
pagine: 336
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-7789-4
data pubblicazione: Novembre 2014
marchio editoriale: Aracne
collana: Dialogoi medievalia | 1
SINTESI
EVENTI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto