L’entropia del male
11,00 €
6,6 €
Area 11 – Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
     
SINTESI
La questione è questa: perché occuparsi della soddisfazione dei diritti altrui? Perché cercare di fare il bene anziché il male degli altri? Perché il male compiuto è un veleno, che, messo in circolo nelle persone, produce entropia, cioè disordine, in loro e nelle loro relazioni. Un veleno, i cui effetti finiscono per ritorcersi anche su chi lo produce e lo mette in circolo, non solo in forma di rancore e vendetta da parte di chi lo subisce, ma anche per un complessivo peggioramento delle relazioni sociali, il cui insieme costituisce la società civile. Società civile, che, attraversata da tensioni, rancori, ritorsioni tra persone, famiglie, classi sociali, fazioni politiche, conduce a una vita sempre peggiore, che genera le sommosse, le rivoluzioni, le guerre, di cui qui narriamo la storia.
pagine: 140
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-255-3845-8
data pubblicazione: Novembre 2020
marchio editoriale: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto