Cittadinanza europea e tutela dei diritti fondamentali
10,00 €
6,00 €
Area 12 – Scienze giuridiche
     
SINTESI
Il volume ricostruisce in chiave critica il controverso istituto della cittadinanza europea, nato in virtù dell’entrata in vigore del Trattato di Maastricht, anche per le sue implicazioni con la delicata tematica dei diritti umani. In particolare, al termine di un rapido excursus di carattere storico, viene preso in considerazione quanto sancito al riguardo dalla normativa primaria di Bruxelles, per poi analizzare alcune tra le pronunce maggiormente significative emesse al riguardo dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea. Si giunge infine alla conclusione, in forza della quale il riconoscimento dello status di cittadino europeo, da cui discendono solo diritti e non doveri, sarebbe da intendersi come un privilegio esclusivo per chi appartiene a uno Stato membro, operando così una discriminazione nei confronti di chi proviene da un Paese terzo e contribuendo ad alimentare i dubbi sulla reale natura delle politiche europee in materia di rapporti con l’esterno.
pagine: 156
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-255-0543-6
data pubblicazione: Luglio 2017
marchio editoriale: Aracne
collana: Collana di diritto internazionale e diritto dell’Unione europea | 11
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto