Corruzione, riciclaggio e mafia
La prevenzione e la repressione nel nostro ordinamento giuridico
19,00 €
11,4 €
Area 12 – Scienze giuridiche
     
SINTESI
La criminalità organizzata assume sempre più le sembianze di un soggetto economico globale, con una spiccata vocazione imprenditoriale e specializzata nella fornitura di diverse tipologie di beni e servizi, legali e non. L’inchiesta “Mafia Capitale” di quest’anno ne è la dimostrazione. Quanto detto porta a due riflessioni. La prima è che la norma di cui all’articolo 648–bis del c.p. si è dimostrata un prezioso strumento per contrastare anche gravi forme di criminalità economico–politica, riconducibile spesso a fenomeni corruttivi. La seconda riflessione è che le fattispecie di “corruzione”, “riciclaggio” e “mafia”, seppur in apparenza lontane tra loro, in realtà sono strettamente collegate. Ne discende che un quadro normativo efficace dovrebbe tenere debitamente conto dell’interazione tra le disposizioni per il contrasto della criminalità organizzata, della corruzione e del riciclaggio. Si comprende ora la ratio per la quale si è deciso di studiare e raccogliere in un unico volume le tre differenti – ma nemmeno tanto – fattispecie di cui sopra.
pagine: 408
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-8812-8
data pubblicazione: Novembre 2015
editore: Aracne
SINTESI
INDICE
EVENTI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto