La mia età è l’età del mondo
22,00 €
Area 08 – Ingegneria civile e Architettura
     
SINTESI
“La mia età è l’età del mondo” è una frase di Friedrich Schiller che Anselm Kiefer ha utilizzato per presentare una mostra anni fa a Roma. Kiefer è un’artista romantico e come tutti i romantici è un nostalgico. Ma la sua nostalgia non ha nulla di svenevole, non cade nella commiserazione per una mitica e ormai irripetibile età dell’oro. È una nostalgia che guarda al passato ma che non è passatista. È la nostalgia tedesca di Goethe e Novalis, per cui attiva, che sa, come scriveva Bernardo da Chiaravalle, che non siamo altro che dei nani sulle spalle di giganti. Per questo l’età di ognuno di noi è l’età del mondo e per questo è nostro dovere continuare imperterriti a riscrivere le nostre età attraverso testi e progetti di chi ci ha preceduto. È questo un dovere estetico nei confronti di noi stessi e di chi verrà dopo di noi.
pagine: 128
formato: 15 x 21
ISBN: 978-88-548-7901-0
data pubblicazione: Dicembre 2015
editore: Aracne
collana: Quaderni della ricerca del Dipartimento di Culture del Progetto
SINTESI
INDICE
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto