La figlia maledetta
Edizione critica
15,00 €
9,00 €
Area 10 – Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
     
SINTESI
La figlia maledetta di F. P. Santori è un romanzo scritto sotto forma di dialogo, pubblicato nel 1863, offre un quadro vivace e interessante della società calabrese della prima metà dell’Ottocento. Considerato perduto per circa un secolo ne è stata trovata una copia nella Biblioteca Parrochiale di Acquaformosa nel Fondo Ferrari, un papas che ha tenuto a lungo la cattedra di Lingua albanese all’Università di Bari, il quale non si era mai accorto di possedere forse l’unica copia residua del romanzo santoriano perché rilegata in maniera anonima. Il romanzo è scritto interamente in italiano e si svolge interamente nella Valle del Savuto. Una singolarità per un autore considerato tra i maggiori rappresentanti della letteratura arbëresh. Il romanzo rappresenta un utile strumento per la conoscenza della formazione letteraria e della maturazione artistica dell’autore.
pagine: 268
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-7734-4
data pubblicazione: Dicembre 2015
editore: Aracne
collana: Oggetti e soggetti | 5
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto