L’informale alle Quadriennali romane dal dopoguerra al 1960
Un’indagine sul linguaggio della critica
15,00 €
9,00 €
Area 10 – Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
     
SINTESI
Che cos’è l’informale? E quali caratteristiche definiscono le sue molteplici manifestazioni nell’arte del dopoguerra? Il volume analizza, da un punto di vista squisitamente lessicale, il concetto di “informale” e i tempi e i modi del suo impiego nel linguaggio della critica, in occasione delle rassegne Quadriennali tenutesi a Roma tra il 1948 e il 1960. Attraverso fonti testuali in gran parte inedite, questa indagine mira a enucleare le diverse istanze presenti nella produzione artistica dell’epoca e il loro riflesso nel linguaggio adottato dagli artisti e dalla critica italiana in seno al complesso paradigma estetico dell’informale.
pagine: 160
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-255-2655-4
data pubblicazione: Dicembre 2020
marchio editoriale: Aracne
collana: DiArte | 9
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto