Scelte di vita o di morte: il giudice è garante della dignità umana?
Relazione di cura, DAT e “congedo dalla vita” dopo la l. 219/2017
12,00 €
7,2 €
Area 12 – Scienze giuridiche
     
SINTESI
L’autore offre una testimonianza su alcune tra le più spinose e inquietanti questioni di biodiritto alle quali è assai arduo e impegnativo dare risposte complessivamente appaganti, che non lascino pur sempre il tarlo del dubbio, sollecitando non di rado il loro ripensamento o, come che sia, l’adattamento a casi della vita continuamente cangianti. Il volume dà indicazioni di ordine teorico–ricostruttivo nei cui riguardi si può consentire o dissentire, riconoscendo a ogni buon conto l’equilibrio che le connota, lo studio approfondito che le precede e sorregge, la sensibile attenzione, di cui esse danno eloquente testimonianza, verso l’uomo e i suoi più avvertiti bisogni. Un libro che non si sottrae alla sfida di prospettare soluzioni anche in prospettiva de iure condendo, segnalando le carenze della legge 219 e il carattere riduttivo di alcune sue previsioni (in ispecie con riguardo ai soggetti più deboli ed esposti, tra i quali i minori), e che giova non soltanto alla teoria ma anche (e soprattutto) alla pratica, a quella giurisprudenziale come pure a quella legislativa a venire.
pagine: 164
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-255-2450-5
data pubblicazione: Maggio 2019
editore: Aracne
SINTESI
EVENTI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto