Il versante onirico della conoscenza
L’educazione nel mondo ancestrale dell’America Latina
Area 11 – Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
     
SINTESI
Presso le comunità indigene della zona maya il sogno rappresenta una “porta della conoscenza”, insieme alla meditazione, alle cerimonie sacre, alla musica sacra, alla danza, all’utilizzo rituale di sostanze allucinogene o alla frequentazione di luoghi sacri dove più facilmente può rivelarsi la conoscenza onirica che ha un carattere mistico. Questi popoli non confondono sogno e realtà, considerano che il sogno manifesti i segni di una realtà trascendente a quella contingente. La cultura ancestrale pensa sé stessa con le categorie del mito, secondo procedure del pensiero che sono oniriche, e fornisce una conoscenza ad alta densità metaforica. La tesi del volume è che l’educazione che si consuma nella formazione di una guida spirituale colga sì il versante onirico della conoscenza, nel senso che accede ad una grammatica di segno differente e apre le porte alla introspezione, all’interiorizzazione, alla spiritualità, ma che incentivi anche tutte le potenzialità creative legate alla fantasia e alla immaginazione. Come? Aprendo lo sguardo a quello che a noi pare inverosimile.
pagine: -
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-255-1778-1
data prevista: Gennaio 2019
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto