L’Arlesiana di Cilea dall’ipotesto all’opera
17,00 €
10,2 €
Area 10 – Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
     
SINTESI
Nel 1872 ebbe la sua première L’Arlésienne di Alphonse Daudet, con musiche di scena di Georges Bizet. Tradotta in italiano da Abele Savini, la pièce venne in seguito ridotta a libretto da Leopoldo Marenco per la musica di Francesco Cilea. L’Arlesiana italiana debuttò nel 1897 conoscendo da allora alterne fortune e continue trasformazioni e limature. Il volume, nell’indagare i rapporti esistenti fra l’opera di Cilea e i suoi ipotesti letterari e musicali, offre un’indagine critica spaziando da ragioni filologiche a letterarie a drammaturgiche e compositive, con lo scopo di presentare un’inquadratura estetica opportuna di una delle opere più inesemplificate del teatro italiano fin de siècle.
pagine: 328
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-255-1765-1
data pubblicazione: Settembre 2018
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto