Il mito del potere
Teodora e Giustiniano tra pubblico e privato
16,00 €
9,6 €
Area 12 – Scienze giuridiche
     
SINTESI
Il volume inquadra storicamente i riflessi giuridici del ruolo e dell’azione di Teodora (497–548): Augusta dell’Impero Romano d’Oriente. Non un profilo biografico, quanto piuttosto un’indagine interpretativa su un’imperatrice che la storia ci ha consegnato sempre a tinte forti ma indefinite: ora acriticamente esaltata, ora acremente vituperata (come in Procopio di Cesarea), quasi mai tramandata dalle fonti in un ritratto completo e aderente ai fatti. L’autore analizza e porta in primo piano la sua funzione di donna contigua a un potere esercitato o influenzato attraverso il coniuge, l’imperatore Giustiniano I il Grande (482–565). Alla basilissa sembrerebbe potersi attribuire un ruolo nella produzione normativa giustinianea, nonché nella politica interna e in quella estera. Proprio a lei potrebbero essere ricondotte alcune scelte legislative di Giustiniano in materia religiosa e sui diritti delle donne.
pagine: 296
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-255-1706-4
data pubblicazione: Aprile 2019
editore: Aracne
collana: Le vie del diritto | 14
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto