La tutela risarcitoria contro i danni ambientali tra direttiva 2004/35/CE e d.lgs. 152/2006
4,8 €
Area 12 – Scienze giuridiche
     
SINTESI
Le lesioni delle componenti ambientali non possono che assumere una rilevanza straordinaria, in quanto determinano uno squilibrio del delicato sistema ecologico, ossia l’interrelazione tra le risorse biotiche e abiotiche, di cui l’essere umano stesso è parte fondamentale. A tale riguardo, appare utile un raffronto tra la normativa europea e quella italiana in materia di prevenzione e riparazione dei danni all’ambiente. In particolare, la critica offerta dal volume muove dalla molteplicità di significati che sono attribuiti all’ambiente e dalla particolare definizione di danno ambientale, tenendo conto anche degli effetti riflessi che detto pregiudizio può spiegare nella sfera individuale dei soggetti, persone fisiche o giuridiche. La disamina, poi, si incentra sul regime della responsabilità ambientale e sulle azioni volte a prevenire e riparare i pregiudizi alle risorse naturali, con le relative modalità di attuazione. In conclusione, si affrontano le dibattute ipotesi della molteplicità di responsabili dello stesso danno ambientale e della responsabilità del proprietario o gestore dell’area compromessa.
pagine: 104
formato: digitale
ISBN: 978-88-255-1094-2
data pubblicazione: Aprile 2018
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto