Sicurezza ed esercizio ferroviario
5° Convegno Nazionale – Roma 21 novembre 2017
22,00 €
13,2 €
A cura di Stefano Impastato, Stefano Ricci
Giuseppe Alati, Paolo Bardone, Massimiliano Bruner, Renzo Canepa, Nicola Caricola, Daniele Caronti, Alessandro Chianese, Massimiliano Ciaffi, Fulvio Ciriello, Alice Consilvio, Giovanni Costanza, Fabio Croccolo, Carlo Crovetto, Salvatore De Marco, Salvatore Di Ruzza, Mauro Elli, Giusy Emmanuele, Enrico Ercoli, Alessandro Fantechi, Giuseppina Formato, Anna Franco, Adriana Galli, Paolo Genovesi, Valerio Giovine, Giuseppe Gotelli, Luigi Guerrucci, Franco Iacobini, Giuseppe Ienuso, Andrea La Valle, Mara Lombardi, Valter Lovati, Raffaele Malangone, Gabriele Malavasi, Cristiano Marinacci, Simon Mastrangelo, Vito Mastrodonato, Nadia Mazzino, Guido Palmieri, Pierpaolo Palmisano, Federico Papa, Emanuele Maria Pasquini, Virginia Persichini, Gianluca Petaccia, Simone Petralli, Michele Pugnaloni, Davide Quatrini, Filippo Maria Rea, Luca Rizzetto, Salvatore Romaniello, Carlo Domenico Ronzino, Stefano Rosini, Giuliano Rossi, Giovanni Ruben Rostagno, Roberto Semprini, Fabio Senesi, Francesco Sorace, Anna Sandra Specchia, Andrea Spinosa, Alessandro Spinozzi, Luigi Tatarelli, Marco Tisalvi, Andrea Vecchi, Roberto Zambrano
Area 08 – Ingegneria civile e Architettura
     
SINTESI
Per il sistema ferroviario il biennio 2016–2017 sarà ricordato come un periodo di grandi cambiamenti. Diverse sono state le novità. A livello europeo è doveroso citare il IV pacchetto ferroviario. La normativa intende proseguire la riforma del settore ferroviario dell’UE, nella già avviata direzione di sviluppo della concorrenza e dell’innovazione nei mercati nazionali del trasporto passeggeri. Inoltre, intende attuare quelle riforme strutturali e tecniche tali da consentire di aumentare la sicurezza, l’interoperabilità e l’affidabilità della rete ferroviaria europea. Gli obiettivi del IV pacchetto ferroviario possono essere così riassunti: norme e omologazioni funzionali; struttura efficiente; apertura dei mercati nazionali di trasporto passeggeri; mantenimento della specializzazione del personale ferroviario. A livello nazionale, invece, i cambiamenti più rilevanti hanno riguardato il passaggio di competenze dall’USTIF (organismo controllato dal Ministero) all’ANSF delle ferrovie ex concesse. Con il Decreto del 5 agosto 2016 sono transitate sotto il controllo dell’ANSF 41 linee regionali per 1.918 chilometri e 15 milioni di passeggeri all’anno. Ciò ha comportato la necessità di adeguamento delle imprese ferroviarie e dei gestori dell’infrastruttura agli standard europei previsti in materia di sicurezza e tecnologia. L’altra novità prende vita dal Piano Industriale di FS Italiane con 94 miliardi di euro di investimenti, che fa leva su cinque pilastri strategici: mobilità integrata anche con un coinvolgimento di tutti gli operatori del settore; logistica integrata, con una radicale riorganizzazione del comparto merci; integrazione tra le infrastrutture sia ferroviarie sia stradali; sviluppo internazionale e digitalizzazione, come fattore abilitante di tutto il Piano. L’edizione 2017 vede coinvolto, tra gli organizzatori del convegno il centro di formazione For.Fer S.r.l. di Roma, che ha ottenuto l’accreditamento a fine 2016 presso l’ANSF ai sensi del d.lgs. 162/2007.
pagine: 368
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-255-0806-2
data pubblicazione: Novembre 2017
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto