Il brusio delle città
le architetture raccontano
15,99 €
Area 14 – Scienze politiche e sociali
     
SINTESI
La città è – come scriveva Victor Hugo – un gran libro di pietra su cui è possibile leggerne la storia, e le architetture sono le sue pagine più eloquenti. Il saggio di Giandomenico Amendola dà voce ai messaggi affidati a queste architetture, analizzandole in maniera originale in un affascinante racconto che va dai palazzi barocchi del potere assoluto agli edifici eclettici della città ottocentesca con i quali la borghesia intende rafforzare la propria immagine e costruire la necessaria legittimazione politica. Per giungere alle architetture contemporanee, cui è affidato il compito di rappresentare la democrazia ed il welfare in uno scenario culturalmente segmentato ed elusivo.
Pagine ricche d’immagini e notizie sono dedicate ai solenni edifici dei grandi regimi totalitari del Novecento ed al ruolo centrale che tanto Hitler quanto Mussolini affidavano all’architettura come strumento principe di propaganda. Un’attenta e documentata analisi, assolutamente inedita in Italia, è dedicata alle stazioni ferroviarie che a partire dall’Ottocento costituiscono uno straordinario esempio di architetture narrative. Un libro affascinante, sul confine tra sociologia, architettura e storia, che appassionerà tutti coloro che hanno voglia di leggere e capire il libro di pietra della città.
pagine: 120
formato:
ISBN: 978-88-207-6073-1
data pubblicazione: Settembre 2015
editore: Liguori Editore
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto