Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto
Istantanee
La collana ha come intento quello di descrivere la società attuale, svelandone i segreti più nascosti e portandone alla ribalta le problematiche meno conosciute. Il tutto senza dimenticare i problemi che, purtroppo, ormai rappresentano una consuetudine negativa, come, per esempio, l'annosa questione della violenza di genere.
La società, oggetto d'indagine della collana, però non si compone soltanto di aspetti negativi; il sociale, infatti, è un mondo dove si possono incontrare anche delle persone mosse dalla volontà di aiutare gli altri e desiderose di utilizzare la propria esperienza per portare conforto a chi è costretto ad affrontare le difficoltà della vita.
In Istantanee trovano spazio anche testi che raccontano del lavoro di associazioni e gruppi di volontariato, nati da persone che hanno affrontato traumi e problematiche in prima persona e che hanno deciso di mettersi al servizio della collettività.
Lo stile e il registro linguistico della collana attingono a piene mani dalla tradizione del romanzo sociale, senza però nessuna preclusione verso territori innovativi e pochi battuti. Nei libri pubblicati in Istantanee si possono trovare il ricorso a termini e locuzioni dialettali e alcune sperimentazioni stilistiche.
3   La ribellione dell’anima


La vita di Sabina viene completamente stravolta quando un incontro fortuito, che la tocca profondamente, attraverso il disturbo di depersonalizzazione riporta a galla un trauma dell’infanzia rimosso e relegato nell’inconscio. Il colpo è terribile e la giovane arriva a toccare il fondo della depressione. Per salvarsi, intraprende un durissimo percorso di psicoterapia – costellato di attimi di serenità e ricadute improvvise – di cui annota i dettagli nel suo diario.


2   Non mi toccare!
Storie di violenze di genere nei paesi del Sud


Vittoria ha quarant’anni e abita a Castigliano. Dopo aver attraversato serenamente e con tante speranze gli anni della contestazione, si è innamorata di Mirko, di cui però col tempo è diventata schiava.


1   Silvana, uno dei tanti


Questa è la storia vera e molto triste di un delitto di Stato. I nomi dei personaggi sono tutti di fantasia, ma la vicenda è accaduta realmente. Durante il racconto degli avvenimenti, narrati in modo pacato con punte di umorismo, emerge come l’Italia sia profondamente immorale e sia dominata dalla superficialità e dalla mancanza di senso del dovere.