Filosofia Italiana
Rivista semestrale
Direttore responsabile Mario Sesti
Comitato scientifico Andreas Arndt, Joseph Buttigieg, Eugenio Canone, Roberto Esposito, János Kelemen, Fabrizio Lomonaco, Marcello Mustè, Wolfgang Röther, Gennaro Sasso, Giuseppe Vacca, Renata Viti Cavaliere
Comitato di redazione Massimiliano Biscuso, Federica Buongiorno, Ambrogio Garofano, Stefania Pietroforte, Libera Pisano, Federica Pitillo

ISSN: 2611-3392
Registrazione: 09/02/2017 n. 14/2017 presso il Tribunale di Roma
Periodicità: Semestrale
Abbonamento: 40 €
“Filosofia Italiana” nasce nel 2005 su iniziativa di un gruppo di professori e giovani ricercatori inizialmente basati all’Università Sapienza di Roma. Sin dall’inizio, la rivista si è proposta come una voce contro corrente rispetto all’interesse fortemente prevalente nel nostro Paese per la filosofia di lingua tedesca, inglese e francese. Né, per altro, voleva essere in alcun modo polemica riguardo ad un fenomeno che è necessario considerare e capire. Più modestamente, ma con vera convinzione, i promotori consideravano molto importante che il patrimonio di idee, testi, riviste, dibattiti, riflessioni filosofiche di cui la storia italiana è ricca fosse non solo noto, ma conosciuto a fondo. La fiducia che implicitamente riponevano nel progetto era di contribuire a una coscienza intellettuale e civile più critica, più affinata, del panorama filosofico attuale. La speranza era anche che il contatto con una materia filosofica trascurata, ma non priva di valore, potesse servire a riallacciare dei fili, di prosecuzione o anche solo di confronto, con un passato che non è mai tale se non lo si è conosciuto, elaborato, trasformato.
A dodici anni dalla sua nascita, “Filosofia Italiana” si è confermata ed è, anzi, cresciuta come laboratorio di ricerca e riflessione non solo sui temi, ma sullo statuto stesso della tradizione filosofica in Italia, essendo riconosciuta come un punto di riferimento autorevole negli studi italiani. A tal proposito, convinzione della Redazione è che il problema di una filosofia “italiana” resti ancora aperto: lo dimostra la variegata rinascita odierna dell’interesse scientifico per il pensiero nostrano. Tuttavia, il fatto che esista una filosofia in lingua italiana, radicata nelle vicende della nostra cultura, è appunto un fatto. Questo fatto, dove essere e pensiero (per usare due termini della tradizione metafisica) si tengono in reciproca tensione, è uno degli accessi possibili alla riflessione filosofica. Per noi, che abbiamo maestri e storia italiana, è quasi un passaggio obbligato — pur nella disseminazione e nella fuoriuscita dai confini italiani, che caratterizza sempre più il lavoro scientifico delle ultime generazioni di ricercatori.

Tutti gli articoli sono sottoposti a peer review e/o a doppia blind review.

Sito web: www.filosofiaitaliana.net/
Redazione: filosofiaitaliana.redazione@gmail.com

Norme redazionali: visualizza il file


SINTESI
PUBBLICAZIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto