Luca CAPANNOLO
L'Aquila, 08/08/1983
Università degli Studi Roma Tre
Luca Capannolo Aracne editrice

Luca Capannolo nasce all’Aquila l’8 agosto 1983. Dopo la maturità classica, frequenta la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi dell’Aquila dove consegue nel 2006 la laurea triennale in Letterature Europee e nel 2009 la laurea specialistica in Studi Filologici e Letterari (curriculum Letterature Comparate), discutendo una tesi dal titolo Dall’oratoria antica alla predica: Giovanni Crisostomo, Bernardino da Siena e Padre António Vieira. Nel 2006 inizia gli studi presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’Aquila ‘Fides et Ratio’, affiliato alla Pontificia Università Lateranense, e nel 2010 ottiene il baccellierato in Scienze Religiose con una tesi su O sermão pelo bom sucesso das armas de Portugal contra às da Holanda di Padre António Vieira. Il 3 giugno 2013 consegue il Dottorato in Culture e Letterature Comparate presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma Tre con la tesi dottorale Lo scettro deposto. Santità penitenziale e potere regale nella tradizione agiografica isabellina italo-portoghese. Dall’ottobre 2009 è redattore di ‘Vola L’Aquila’, quindicinale aquilano, e il 25 gennaio 2012 entra a far parte dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo come giornalista pubblicista. Collabora attivamente con alcune riviste italiane ed estere: per la rivista Nord Cultural dell’Università di Baia Mare (Romania) ha pubblicato La festa del perdono di L'Aquila (2012); Il dilemma del vivere in città o in campagna nella letteratura del Cinquecento, (2012); Isabel de Aragão Rainha Santa di Vitorino Nemésio: l’agiografia laica di una santa della tradizione portoghese (2013); Terre-motos. L’Aquila 1703 e Lisbona 1755, rappresentazioni letterarie della città terremotata (2015). Per la rivista «Saeculum Christianum» (Polonia) ha pubblicato Severo di Interocrium, modello di santità rustica nei Dialogi di Gregorio Magno (2014); In re obscura versantes. La complessa questione agiografica dei Martiri Amiternini e nuove prospettive di interpretazione (2016). Per la rivista «Prospettiva Persona» (Italia) ha pubblicato Dorothy Day: Delighted me. La narrazione del meticciato cristiano (2016). Ulteriori articoli sono attualmente in corso di stampa. Nel 2013 partecipa a ‘Letture in Corso’, Convegno dei Dottorandi in Culture e Letterature Comparate dell’Università di Roma Tre con il seguente intervento: Com devotos passos. Geografia, itinerari, spazi, e ambienti del meraviglioso nella tradizione agiografica su santa Isabel de Aragão. Nel 2015 è inserito nel comitato scientifico del convegno internazionale “Tradizione e innovazione. Unità e diversità nel contesto europeo” dell’Università di Baia Mare (Romania).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto