Maria Giulia DRAGO

Maria Giulia Drago Aracne editrice

Maria Giulia Drago vive e lavora tra Genova e Murialdo (Savona).
Dal padre Romeo, ha tratto la passione per l’espressività pittorica in cui ritrova particolari possibilità di lirica accentuazione volgendo originalmente al contesto vedutistico. Attorno agli anni Cinquanta ha rotto artisticamente con la lezione tradizionalista e, in costanti modificazioni, si è awiata dapprima per i percorsi “geometrici” e “costruttivi”, tipici della ricerca artistica di quel periodo e, in se- quito, si è orientata verso un esercizio astratto che, similmente a certe prime asserzioni concretiste, collude di continuo con la percezione di un immaginario i cui riferimenti sono, simbolicamente, nella natura. Non certo casualmente, perseguendo le possibilità cromatiche di un timbro o di un tono analogici dell’emozione e del sentimento, l’immagine diviene, nelle sue opere, approdo ascetico.
Tra le personali si ricordano: Palazzo Cattaneo Adorno, Pitture eliocentriche, Genova, 1976; Palazzo del Parco, I soli di M.G.Drago, Diano Marina, 1977 e più di recente, Associazione Culturale Satura, (presentata da L.Caprile), Genova, 1997.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto