La Tribuna
Carla Selvestrel, l'ufficiale diventa cavaliere

Ci sono persone nate e vissute nel nostro stesso paese che hanno una storia importante e particolare, ma che la maggior parte di noi neanche conosce. Un esempio attuale è la storia di Carla Selvestrel, nata a Valdobbiadene nel 1962 e vissuta qui per diciotto anni: bene, nel 2001 Carla Selvestrel è diventata il primo Ufficiale donna Riservista dell'Esercito Italiano. Laureata in psicologia e specializzatasi in medicina psicosomatica, il capitano Selvestrel ha già da piccola il sogno di intraprendere la vita militare che però le è preclusa sino al 1999, quando arriva la legge che consente alle donne l'ingresso nelle forze armate. Nel frattempo, come psicologa e psicoterapeuta, nell'attività di libero professionista già collabora come consulente per l'esercito. Appena promulgata la legge, Carla Selvestrel intraprende corsi molto impegnativi legati alla carriera militare e nell'ottobre del 2001 diventa finalmente il primo Ufficiale donna Riservista, un arruolamento riservato alle persone altamente specializzate che possono essere richiamate in servizio per soddisfare specifiche esigenze delle forze armate. In questa veste nel 2003 partecipa tra l'altro a una missione in Albania, ottenendo l'onorificenza della medaglia Nato: da questa esperienza nascono inoltre alcune pubblicazioni sulla condizione giovanile albanese. Fra le tante attività intraprese con successo, infatti, il capitano Selvestrel è anche autrice di alcuni libri di psicologia, da quelli più tecnicamente militari come «La selezione e i test delle Forze Armate», a quelli più divulgativi come «L'arma della comunicazione» in cui vengono descritti i diversi modi di comunicare, con modelli e suggerimenti per raggiungere la migliore relazione di dialogo. Nella veste sia di psicoterapeuta che di ufficiale riservista è ospite di numerose trasmissioni televisive e radiofoniche, come Rai Uno Mattina e Radio 24. Carla Selvestrel ottiene infine due importantissimi riconoscimenti: nel 2005 vince il premio nazionale Profilo Donna e soprattutto, nel 2008, il presidente Giorgio Napolitano la nomina Cavaliere della Repubblica Italiana.

Link al sito
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto