Scritture del visibile
17,00 €
     
SINTESI
La disciplina della comparazione tra parola e immagine e, in particolare, tra cinema e letteratura, è da sempre uno dei campi più fecondi per gli studiosi. Una disciplina che però, troppo spesso, privilegiando l’analisi degli adattamenti da un medium all’altro, ha finito per fossilizzarsi in una pura catalogazione di analogie e differenze, senza cercare una chiave interpretativa più ampia. Questo libro intende osservare i due campi d’indagine in una dimensione dichiaratamente “culturale”, al fine di intravedere negli scambi e scarti possibili tra cinema e letteratura le radici contraddittorie del nostro stare al mondo.Una messa a fuoco di tutta una serie di modalità del “vedere” e del “dire” umano in una fase del Novecento analizzata partendo da tre luoghi chiave del cinema e della letteratura occidentale: gli Stati Uniti, la Francia e l’Italia.Michele Fadda (Sassari, 1965) è professore a contratto di Discipline cinematografiche al Dams di Bologna. Ha curato volumi sulla commedia e la fantascienza hollywoodiana classica, sul cinema d’animazione americano e su Takeshi Kitano. Come critico cinematografico ha pubblicato numerosi saggi in volumi collettivi e riviste, soprattutto su «Cineforum», di cui da anni è collaboratore fisso.
pagine: 304
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-7999-835-2
data pubblicazione: Gennaio 2006
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto