Fragilità della verità e comunicazione
La via ermeneutica di Karl Jaspers
20,00 €
     
SINTESI
Leggere Jaspers come una figura secondaria del Novecento tedesco, rappresentante di quella corrente filosofico-culturale che va sotto il nome di esistenzialismo, al fianco di figure filosofiche maggiori o con maggiore risonanza, significherebbe smarrire il senso di un originale contributo alla ricerca filosofica che si estende dal campo teoretico a quello scientifico, politico e religioso, e così lasciarsi sfuggire la possibilità di un fecondo confronto con il suo pensiero. Karl Jaspers non è un autore da archiviare con il secolo che si è appena concluso. A tale rischio intende sottrarsi il presente studio, che non vuole essere un semplice saggio di attività filologica di esposizione e ricostruzione “obiettiva” del suo pensiero, ma un dialogo con l’autore (attuato inevitabilmente nella forma dell’esposizione) allo scopo di saggiare possibilità ancora sopite, o ridestate solo in parte, in un filosofare che, pur già ampiamente esplorato, continua a mostrarsi fecondo per il nostro presente e ancora carico di futuro.
pagine: 368
formato: 15 x 22
ISBN: 978-88-7999-463-7
data pubblicazione: Gennaio 2006
editore: Aracne
collana: dialegesthai | 3
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto