Lettere inedite a Mariuccia
11,00 €
     
SINTESI
Gli epistolari sono per loro natura un osservatorio privilegiato e una fonte documentale diretta. Agli occhi del lettore di oggi si aprono scene di vita dimenticate, particolari e abitudini che hanno perduto la loro ragion d'essere, parole dal sapore nuovo benché antiche e infine, insieme a questo tutto anacronistico, ancora scene nuove, ma questa volta comprensibili, familiari, consuete: sono le scene della vita, sono il vissuto di tutti gli uomini attraverso le emozioni, i sentimenti, gli eventi, la storia. Dagli archivi della Biblioteca Vaticana emergono 60 lettere di Giuseppe Gioachino Belli indirizzate alla moglie Maria Conti e finora inedite, in parte perché sfuggite alle ricerche, in parte perché ritenute erroneamente poco importanti per la definizione del rapporto fra i due coniugi o per arricchire il profilo del grande poeta romano. In realtà, anche queste missive, prevalentemente “di affari”, offrono elementi di grande interesse e ricchi di significato per completare la figura e la biografia di un intellettuale costretto dai tristi casi della vita a occuparsi di faccende squisitamente e aridamente pratiche, d’ambito amministrativo e legale, per salvare il (poco) salvabile di un patrimonio familiare sconnesso ed esausto.
pagine: 164
formato: 13 x 21
ISBN: 978-88-7999-451-4
data pubblicazione: Gennaio 2006
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto