Il corpo
14,00 €
     
SINTESI
Se c’è un tema a proposito del quale il diritto italiano si mostra davvero schizofrenico, questo è certamente il tema della corporeità. Lo si considera ora come un bene disponibile, ora come un ricettacolo di informazioni riservate, ora come il luogo esistenziale della persona, ma si è persa, nel complesso, la capacità di elaborare modelli sensati entro cui ricondurre i diversi e sempre nuovi problemi che lo coinvolgono. Manifestazione lampante di ciò è l’ambiguità con cui viene affrontata la questione delle mutilazioni sessuali, da un lato sottovalutandone l’impatto e la diffusione sociali, dall’altro procedendo sulla strada di una mera criminalizzazione, svincolata da una seria comprensione culturale del fenomeno. Questo libro, lungi dal pretendere di dare risposte, è un tentativo di chiarire i confini teoretici del problema, in relazione ai possibili ambiti di disciplina giuridica della corporeità e a uno dei “nuovi problemi” — le mutilazioni sessuali — sorti all’intersezione tra corpo e diritto.Fabio Macioce è ricercatore di Filosofia del diritto presso l'Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.
pagine: 256
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-7999-337-1
data pubblicazione: Gennaio 2006
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto