Legge, poesia e mito
Giannone, Metastasio e Vico fra tradizione e trasgressione nella Napoli degli anni Venti del Settecento
21,00 €
     
SINTESI
A Napoli, nel fervido e convulso periodo di transizione tra il crollo del dominio spagnolo e l’arrivo di Carlo di Borbone, Metastasio produsse il suo primo melodramma, Didone abbandonata. Il capolavoro offriva una leggibilità del mondo del tempo che si misurava con quella espressa dal pensiero storico e politico di Giannone, e dal pensiero antropologico e dalla poesia di Vico. Ascendenze culturali e teoriche accomunano i tre intellettuali nell’ambizione di servire con le loro opere alla civilizzazione e alla democratizzazione della società napoletana.
pagine: 672
formato: 15 x 22
ISBN: 978-88-7999-284-8
data pubblicazione: Gennaio 2006
editore: Aracne
SINTESI
INDICE
EVENTI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto