La democrazia nel Novecento
Antologia di testi classici del pensiero filosofico e politico
23,00 €
     
SINTESI
La democrazia è una forma di governo che, nata nella comunità della polis, si è realizzata nel secolo XX in riferimento a una società di massa sempre più differenziata e complessa. Con il suffragio universale, poggiante sul sistema dei partiti, ha così portato a compimento politico quelle aspirazioni di libertà e uguaglianza che, nella modernità, erano via via maturate non solo nella tradizione liberal–costituzionalista ma anche in quella socialista. Una storia del pensiero democratico nel Novecento, perciò, si risolve in una più generale storia del pensiero politico di questa età, non a caso caratterizzata dalla democrazia e dalle sue crisi e degenerazioni anche più gravi come i totalitarismi.Contributi di Ettore A. Albertoni, Paolo Armellini, Giovanni Dessì, Roberto Gatti, Francesco Mancuso, Marcello Mustè, Rocco Pezzimenti, Gianluca Sadun Bordoni, Pasquale Serra, Claudio Vasale.Claudio Vasale insegna Storia delle dottrine politiche all’Università di Roma “La Sapienza”. Ha scritto su Rousseau, Gioberti, Rosmini, Gramsci, Sturzo, Capograssi, Del Noce. Negli ultimi anni ha rivolto la sua attenzione alla cultura politica contemporanea, alla crisi dei partiti in Italia, all’evoluzione storica della cultura cattolica, alla crisi della democrazia di ?ne secolo.Paolo Armellini è ricercatore in Storia delle dottrine politiche alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Ha scritto saggi e libri su J. Lequier e A. Del Noce.
pagine: 528
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-7999-255-8
data pubblicazione: Dicembre 1999
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto