Amleto e l’Amleto nella cultura psicoanalitica
15,00 €
     
SINTESI
Dalla lettera di Freud a Fliess del 15 ottobre 1897 a “Hamlet et HAMLET” di André Green, passando per i contributi di Ernest Jones, Otto Rank, Jacques Lacan, Kurt Eissler e di molti altri studiosi, psicoanalisti ma non solo, noti e meno noti, l'interesse per il dramma shakespeariano e per il suo protagonista ha rappresentato una presenza costante nella cultura psicoanalitica. Pur rendendo conto di diverse forme di questa presenza, il volume si pone di fronte al lettore non tanto come studio di una manifestazione della “psicoanalisi dell’arte” — l'analisi di un dramma — o della cosiddetta “psicoanalisi applicata” tout court, quanto come una riflessione sulle possibilità di fare psicoanalisi anche attraverso il riferimento al teatro, all'arte, alla letteratura, a un evento rappresentativo complesso quale “Amleto”.Riccardo Galiani (Napoli, 1967) è ricercatore in Psicologia dinamica presso il Dipartimento di Psicologia della Seconda Università degli Studi di Napoli e collabora con l'Unità di Psicologia Clinica e Psicoanalisi Applicata dell'Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Ha lavorato a una ricerca interdisciplinare sulle forme contemporanee dell'applicazione della psicoanalisi al testo letterario con la cattedra di Letteratura teatrale italiana dell’Università degli Studi di Roma Tre e con la prima cattedra di Psicologia dinamica della Facoltà di Psicologia dell'Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
pagine: 228
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-7999-039-4
data pubblicazione: Aprile 1997
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto