Gli omosessuali affrontano l’AIDS
Vissuti, politiche, implicazioni psicologiche
9,3 €
     
SINTESI
Il diffondersi del virus HIV, nei primi anni ottanta,ha rappresentato un fenomeno che avrebbe influito non solo sulle abitudini sessuali delle persone ma anche sul modo di fare politica di numerose associazioni.Inizialmente molti organi di stampa parlavano di "morbo gay" intentando una forma di criminalizzazione degli omosessuali quali "untori" della nuova "epidemia" che si stava estendendo. La risposta delle organizzazioni gay fu immediata e,nella pressoché totale indifferenza delLe Istituzioni, fu messo in atto un piano autogestito di sorveglianza dell'epidemia mirato ad un'adeguata informazione sulle modalità di trasmissione del virus sottolineando che non sono singole categorie di cittadini ad essere sottoposte al virus ma ogni persona che mette in atto "comportamenti a rischio". Il libro esamina le reazioni emotive e comportamentali di alcuni omosessuali privilegiando le storie di vita di persone che convivono con l'HIV senza soffermarsi su cifre e statistiche epidemiologiche che privano l'individuo del proprio vissuto e tese a considerare più l'entità del problema che le implicazioni psicologiche che esso comporta.
pagine: 132
formato: 15 x 21
ISBN: 978-88-7890-075-2
data pubblicazione: Marzo 1993
editore: Edizioni Kappa
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto