Architettura
15,5 €
     
SINTESI
Esiste in Italia un nuovo luogo, fatto finora di frammenti di architettura che sviluppano una intenzione coerente di rispetto ambientale: è un luogo fatto di luoghi diversi, distanti anche qualche decina di chilometri, ma tenuti insieme da quel legame che nasce tra gli esseri viventi quando si condivide un patrimonio di idee ed esperienze.
Questo luogo si chiama “Zermania”, dalla generalizzazione del cognome dell’architetto oggetto di questo libro.
Quest’opera, con le sue numerose illustrazioni e descrizioni dei vari progetti compiuti da Paolo Zermani, costituisce una guida ideale per chi voglia compiere un viaggio in “Zermania”.
La piccola “Zermania” - che è lontana purtroppo dall’Italia degli architetti, quella terra in cui i metri cubi vuoto per pieno hanno sostituito le gentili inflessioni dialettali e le permanenti istituzioni della classicità - merita un viaggio alla ricerca di fragranze che l’architettura ha quasi perduti, fragranza di mattoni ben collocati sotto la vigile guida di un “architetto da cantiere”, materiali usati con proprietà e discrezione, forme non inventate, ma cariche di un lievito familiare che viene dall’aver ben guardato quello che ci sta attorno, riposto, ben custodito nella memoria e averlo poi ritrovato nella regione del sogno, così vicina - nonostante le apparenze - alla regione della vita quotidiana, del lavoro e della osservazione.
pagine: 158
formato: 21 x 24
ISBN: 978-88-7890-001-1
data pubblicazione: Ottobre 1988
editore: Edizioni Kappa
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto