Il bestiario della sinistra
14,00 €
     
SINTESI
Un pamphlet in cui con sagacia, arguzia e ironia si smascherano gli errori delle voci più autorevoli della sinistra, mostrandone gli errori, le previsioni sbagliate, le motivazioni torbide, i nonsensi da teatro dell’assurdo. La ‘bestialità’ qui è vista nel senso di ferocia e di efferatezza implicite. Il metodo dell’autore è rigorosamente oggettivo, con citazioni documentabili, in ordine alfabetico e cronologico. Tra i nomi, si ricordano: Asor Rosa, Augias, Bellocchio, Benigni, Berlinguer, Bertolucci, D’Alema, De André, Eco, Ferroni, Fo, Mafai, Santoro, Scalfari, Vattimo.
pagine: 100
formato: 13 x 21
ISBN: 978-88-7557-409-3
data pubblicazione: Marzo 2013
editore: Pagine
collana: I libri del Borghese
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto