Lo strumento di Caravaggio
Dal basso verso l’alto o del perché la lente di Galileo ha rivoluzionato la visione estetica del mondo
8,00 €
     
SINTESI
Caravaggio come Galileo, ribalta il sistema dei dogmi, delle regole, delle imposizioni per avere un approccio terreno, mondano. La scoperta di un nuovo strumento è il motore della rivoluzione. Se il cannocchiale determina per la prima volta un approccio “dal basso verso l’alto”, così lo specchio e soprattutto la camera oscura messa a punto da Caravaggio, non sono affatto utensili pratici ma veri e propri strumenti, che materializzano lo spirito, suscitando una nuova visione del mondo.
Da qui l’analisi del libro; la pittura di Caravaggio: sempre in bilico, colta nel fotogramma abbacinante di un flash, composta per sciabolate diagonali e spesso come Galileo, ma anche come Francesco Borromini originata dal basso dai piedi sporchi dei compagni di strada della turbinosa Roma rinnovata della dine del Cinquecento.
pagine: 48
formato: 15 x 23
ISBN: 978-88-6514-106-9
data pubblicazione: Gennaio 2010
editore: Edizioni Kappa
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto