Il cubo di marzapane
Quando si può sfidare l’autismo
12,00 €
     
SINTESI
Sono in riva al lago con mio marito, attorno a me c’è silenzio, si sente solo il rumore del vento che soffia e dell’acqua che dolcemente si muove verso la riva. In lontananza si sentono delle voci di persone e ciò mi riporta indietro nel tempo, a quando il chiasso, la confusione i rumori erano insopportabili per me a tal punto che dovevo ricercare il silenzio chiudendomi nella mia stanza che per me rappresentava il mio mondo dove io mi rifugiavo spesso e creavo una realtà fantastica tutta mia, fatta di personaggi inventati, idoli della tv etc… Ricordo che la mia stanza era molto grande e aveva molti angoli dove io amavo rifugiarmi finchè mia madre sene accorgeva e con abili strategie riusciva sempre a farmi uscire. La scuola non è stata per niente facile per me; le difficoltà sono state diverse sia con i professori che non capivano che con i compagni con i quali non socializzavo affatto. Anche al di fuori dell’ambiente scolastico non sapevo mantenere un rapporto con gli amici e li allontanavo; mi sentivo diversa, incapace, brutta e molto spesso ero presa in giro dagli altri in maniera pesante e ciò mi faceva stare male, ci soffrivo tanto. Il rifugiarmi nel mio mondo per me rappresentava esprimere me stessa liberamente fingendo di essere considerata e accettata come gli altri e sentendomi quindi accettata e non esclusa perché diversa.
pagine: 178
formato: 15 x 21
ISBN: 978-88-6514-099-4
data pubblicazione: Aprile 2013
editore: Edizioni Kappa
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto