Senza frontiere
L`immigrazione nel cinema italiano
25,00 €
     
SINTESI
Le menzogne e la disinformazione colpiscono i migranti. L’opinione pubblica sembra assuefatta all’idea, propagata ad arte dai media mainstream, che la sicurezza della collettività sia minacciata dai nuovi arrivati. L’equazione clan-destino criminale è entrata ormai nel senso comune. Per converso il cinema ha raccontato della trasformazione dell’Italia da paese di emigrazione in paese di immigrazione. Il cinema italiano dell’immigrazione, nei diversi percorsi che ha seguito, ha parlato degli altri, ma ha raccontato anche di noi, dei nostri limiti, delle nostre paure. La settima arte ha rappresentato luoghi di esclusione (basti pensare a Lampedusa e alle campagne del Mezzogiorno) o “viaggi di sola andata” come li ha definiti Erri De Luca, che le cronache fanno presto a dimenticare. Senza frontiere, senza recinti.
pagine: 532
formato: 15 x 21
ISBN: 978-88-6514-094-9
data pubblicazione: Aprile 2013
editore: Edizioni Kappa
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto