Intuizione e riflessione nella fenomenologia di Edmund Husserl
12,00 €
7,2 €
     
SINTESI
Il volume indaga, sul piano metodologico e teoretico, il rapporto tra intuizione e riflessione nella fenomenologia di Edmund Husserl. Nell’evidenziarne l’intima problematicità, sia al livello della costituzione temporale che sul piano delle sintesi passive, esso offre un’interpretazione della fenomenologia intesa come una forma di trascendentalismo, che si mantiene “al di qua” tanto dell’opzione idealista quanto di quella realista e la cui efficacia e attualità risiedono proprio nella tensione paradossale tra intuizione e riflessione, che culmina nel problema dell’inconscio fenomenologico e che l’autrice spinge al suo limite — anche ricorrendo a un serrato confronto critico con alcuni paradigmi e interpretazioni attuali (con particolare riferimento ai programmi di naturalizzazione della fenomenologia) — al fine di mostrare una possibile via per continuare a pensare con Husserl oltre Husserl.
pagine: 232
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-9868-4
data pubblicazione: Aprile 2017
editore: Aracne
collana: trópos profili | 18
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto