L’Italia fascista e la Cina
Un breve idillio
10,8 €
Area 14 – Scienze politiche e sociali
     
SINTESI
Il volume illustra l’andamento delle relazioni fra Italia e Cina nel Novecento, fino al trattato di pace fra l’Italia e le potenze vincitrici del secondo conflitto mondiale; in particolare, tra il 1931 e il 1943, nell’ambito della seconda missione diplomatica in Cina di Galeazzo Ciano. Come e per quali motivi l’Italia sembrò assecondare l’aspirazione della Cina nazionalista di allacciare rapporti bilaterali più ampi e intensi, per orientarsi invece, poco dopo, verso il sostegno alle ambizioni panasiatiche del Giappone? Una sensibile correzione di rotta, le cui motivazioni vanno ricondotte alle scelte generali di politica estera compiute da Mussolini tra il 1936 e il 1939.
pagine: 316
formato: digitale
ISBN: 978-88-548-9735-9
data pubblicazione: Aprile 2017
editore: Aracne
collana: Nazionalismi, storia internazionale e geopolitica | 7
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto