Diario di guerra: fiducioso nel nulla
Tra Lunigiana e Garfagnana, attraverso la linea gotica
11,00 €
6,6 €
Area 11 – Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
     
SINTESI
Sergio Carile, pastore evangelico, durante la guerra e nel primo dopoguerra curò un’ampia diaspora di fedeli sfollati in Garfagnana e in Lunigiana, sulle colline tra le Alpi Apuane e il mare, a cavallo della linea gotica. Su una vecchia bicicletta o a piedi, percorse luoghi di scontri tra nazisti, partigiani e truppe alleate. Scrisse questo diario sulle sue peregrinazioni con lo scopo di lasciare una testimonianza di una guerra assurda, senza frontiere precise, e delle complesse e contraddittorie reazioni delle popolazioni coinvolte. Ne risulta un quadro sorprendente, che non trascura anche fatti minuti della vita quotidiana, tra bombardamenti e rastrellamenti. L’autore rivela uno sguardo attento, indulgente, in certi casi ironico, sempre consapevole delle difficoltà degli eventi, frutto di grande autocontrollo di fronte a situazioni drammatiche. In appendice al diario è pubblicato un epistolario inedito tra Sergio Carile e il sacerdote modernista Ernesto Buonaiuti, che fu suo maestro e amico, che rappresenta la testimonianza della comunione spirituale e della complicità intellettuale tra un prete cattolico e un pastore protestante. Due personalità ecumeniche, aperte, tolleranti, esempi di carità cristiana in un mondo sconvolto da pulsioni distruttive.

Il volume è realizzato con la collaborazione della Claudiana s.r.l. (http://www.claudiana.it/)
pagine: 156
pagine: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-9587-4
data pubblicazione: Settembre 2016
editore: Aracne
collana: Tempus | 4
SINTESI
EVENTI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto