Il valore dell’acqua nel patrimonio dei beni culturali attraverso la lettura di alcuni episodi architettonici, urbani e territoriali
Acquedotti e fontane a Roma dal XVI al XIX secolo
34,00 €
20,4 €
Area 08 – Ingegneria civile e Architettura
     
SINTESI
In tutte le culture l’acqua ha rappresentato e continua a rappresentare una componente vitale per l’uomo, un materiale prezioso, ricco di significati. Bene naturale primario, indispensabile per la nostra vita, l’acqua è legata ai beni culturali come elemento caratterizzante di opere architettoniche e ingegneristiche che nel tempo hanno arricchito la città e la vita degli uomini, testimoniando usi e costumi di epoche storiche. Viene approfondita l’interazione tra acqua e patrimonio culturale attraverso la documentazione degli acquedotti e delle fontane a Roma tra il XVI e il XIX secolo, periodo in cui, grazie all’intervento dei papi, nella città eterna “rinasce l’acqua”.
pagine: 264
formato: 21 x 29,7
ISBN: 978-88-548-9088-6
data pubblicazione: Dicembre 2015
marchio editoriale: Aracne
SINTESI
INDICE
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto