La bomba
Traduzione di Flaminia Lovecchio
15,00 €
A – Narrativa
     
SINTESI
Chicago, piazza Haymarket, 4 Maggio 1886. Durante un raduno di attivisti anarchici e lavoratori in sciopero per le dure condizioni di lavoro, un uomo lancia una bomba sui poliziotti uccidendone uno all’istante. Il caos che ne deriva vede la morte di sette agenti, uccisi da fuoco amico, e di numerosi civili. Dopo un processo sbrigativo e sommario, ancora oggi indicato come uno dei più gravi casi di malagiustizia nella storia degli Stati Uniti, otto anarchici, sette dei quali di origine tedesca, vengono condannati a morte per impiccagione. Tra i sospettati all’epoca delle indagini c’è anche un altro uomo. Non condivide il triste destino giudiziario dei suoi compagni, ma anche lui è un tedesco, un lavoratore sfruttato, un idealista; anche lui potrebbe aver lanciato la bomba. Si chiama Rudolph Schnaubelt ed è l’uomo che Frank Harris sceglie come dinamitardo e voce narrante del suo romanzo. Schnaubelt racconta la sua vita, la sua condizione di lavoratore immigrato in un paese straniero, l’incontro con figure affascinanti che segneranno il suo destino e quello degli Stati Uniti d’America. Storie d’amore e di amicizia, questioni sociali e filosofiche, parole di condanna e promesse di giustizia sono il tessuto di questo romanzo, in cui la linea di demarcazione tra finzione e realtà è talmente labile da chiedersi continuamente quanto ci sia di vero nelle parole dell’autore. La bomba è un romanzo intenso che, senza cedere alla commiserazione e alla retorica, richiama alla memoria i tragici eventi che hanno portato alla nascita della Festa dei Lavoratori che noi tutti, oggi, celebriamo.
pagine: 264
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-9003-9
data pubblicazione: Gennaio 2016
editore: Aracne
collana: NarrativAracne | 36
SINTESI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto