Dall’ambasciata allo stalag XVII
Storia di una missione straordinaria
15,00 €
9,00 €
A cura di Fabrizia de Ferrariis Pratesi
Prefazione di Luigi Vittorio Ferraris
Introduzione di Elena Dundovich
Postfazione di Sergio Romano
Area 11 – Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
     
SINTESI
In seguito alla caduta di Mussolini, nelle ambasciate d’Italia all’estero pochi furono i diplomatici che tennero fede al giuramento prestato al re. Molti aderirono al fascismo repubblichino, altri, temendo per la loro vita e quella dei propri cari, si sottomisero alla prepotenza dei capi. Nella Legazione di Budapest, in un’Ungheria stretta tra il desiderio di uscire dall’alleanza con la Germania e il timore delle reazioni dei nazifascisti, un gruppo di uomini decise di opporsi al regime neofascista. A capo di essi, Carlo De Ferrariis, primo segretario della Legazione italiana, scelse la strada dell’onore e del dovere. Catturato dai tedeschi, chiuso in carcere e in campi di concentramento, riuscì a riacquistare la libertà e, insieme ai suoi compagni, affrontò in pieno inverno la traversata delle linee nemiche sulle giogaie dell’Appennino settentrionale. Tali vicende, testimonianza di un’Italia diversa e migliore, sono narrate dallo stesso Carlo e qui riproposte da sua figlia Fabrizia.
pagine: 212
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-8768-8
data pubblicazione: Gennaio 2017
editore: Aracne
collana: Tempus | 5
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto