Quando la vittima è il criminale
10,00 €
6,00 €
Area 14 – Scienze politiche e sociali
     
SINTESI
La vittima è sempre innocente? Attraversando la letteratura criminologica, osserviamo che negli studi presenti e passati esistono prospettive ancora poco considerate e che ai più risultano davvero scomode. Ci infastidisce anche solo l’idea che la vittima possa essere fautrice del crimine, ci turba il pensiero che essa possa non corrispondere al nostro immaginario di martire ferito e devastato. Ma è davvero così? In questo volume scopriremo che ogni vittima può farsi artefice del reato provocando o istigando il reo, senza tralasciare, però, l’importante questione del supporto della vittima.
pagine: 116
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-8678-0
data pubblicazione: Settembre 2015
editore: Aracne
collana: Conflitti, criticità e mutamenti sociali | 4
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto