Sul bestiario di Esopo e Fedro
Lettere greche A-K
16,00 €
9,6 €
Area 10 – Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
     
SINTESI
L’obiettivo del testo è presentare, in sintesi, la simbologia degli animali nella favolistica classica. La favola, nella sua essenza cognitiva e narrativa è un ibrido: mescola tratti umani con tratti animali. Ma la favola è anche e soprattutto un instrumentum di denuncia. Si pensi alla frequentissima presenza della volpe in Esopo, ascrivibile alla natura astuta dell’animale, tramutatasi in arguzia nell’assetto favolistico, atteggiamento sagace che si addice alla vis comica della favola e che fissa nell’intelligentia, il più potente mezzo attraverso il quale l’uomo può sopravvivere in una società dualisticamente radicata sulla forza e sulla debolezza. Se manca la pelle del leone, bisognerà cucirsi addosso quella della volpe.
pagine: 296
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-8481-6
data pubblicazione: Dicembre 2014
editore: Aracne
collana: Oggetti e soggetti | 33
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto