Le prime farmacopee ufficiali europee
Dalle origini al XIX secolo
15,00 €
9,00 €
Area 03 – Scienze chimiche
     
SINTESI
La monumentale opera del celebre medico greco Dioscoride di Anazarba, intitolata De Materia Medica, era in antichità l’unico punto di riferimento per lo studio e il riconoscimento dei medicamenti. Questo codice dettava legge sulla conoscenza delle piante medicinali e costituiva una sorta di Bibbia per medici e speziali. Nel Medioevo circolavano tuttavia delle volgarizzazioni alquanto approssimative di questo codice, che avevano la presunzione di rendere la scienza medico–farmaceutica accessibile a barbieri, erbolai e droghieri. Da qui nacque la necessità di stendere dei codici professionali e ufficializzarli con il nome di “Farmacopee”, che avessero il compito di disciplinare la materia medica e di codificare l’uso dei medicamenti in modo che medici e speziali potessero esercitare le loro professioni con sicurezza e soprattutto con meno confusione.
pagine: 196
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-8202-7
data pubblicazione: Maggio 2015
editore: Aracne
collana: Tradizione e innovazione, territorio e salute | 4
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto