Vito Pandolfi e la Commedia dell’Arte
Dall’Arlecchino furioso all’Isabella pietosa
18,00 €
10,8 €
Area 10 – Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
     
SINTESI
L’idea di Commedia dell’Arte (CDA) come momento fondativo del teatro, tanto nella storia come nell’attualità, fa di Vito Pandolfi un protagonista della nascita della Regia in Italia. I due percorsi teatrali inediti qui ricostruiti rappresentano gli estremi di una traiettoria: il primo pionieristico, postbellico, full of sound and fury (La Fiera delle Maschere, 1947), l’altro frutto maturo di un sistema teatrale ormai “stabilizzato” in cerca di un’improbabile araldica professionale (Isabella comica gelosa, 1959–1971); due estremi di una parabola tanto biografica, di Vito, quanto storica del teatro italiano, emblematica della “normalizzazione” della CDA, di un progressivo svuotamento del potenziale innovativo e finanche rivoluzionario che questa utopia ancora aveva nell’immediato dopoguerra.
pagine: 308
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-8143-3
data pubblicazione: Aprile 2015
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto