Il concetto di totalitarismo
Il pensiero di Simone Weil, Ernest Nolte, Luciano Pellicani e Hanna Arendt
10,00 €
6,00 €
D – Saggistica varia
     
SINTESI
L'intento del saggio è di analizzare la nozione di totalitarismo sulla scorta dell’interpretazione di Simone Weil, Ernst Nolte, Luciano Pellicani e Hannah Arendt mettendo in luce analogie e differenze tra i vari autori. L’autore inizia con l’esegesi di Weil, che ha studiato il totalitarismo prima che questo si manifestasse nel ‘900 in tutta la sua completezza. Prosegue con Ernst Nolte, secondo cui il totalitarismo si sarebbe sviluppato non soltanto in Germania con il nazismo ma, prima ancora, e in modo non meno feroce, in Russia col comunismo. Sulla scorta di Nolte, Pellicani crede che i due totalitarismi abbiano condotto l’Europa a “una guerra civile ideologica”. Mentre nell’esegesi di Hannah Arendt, il totalitarismo ha come presupposto la nozione di massa.
pagine: 328
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-8095-5
data pubblicazione: Febbraio 2015
editore: Aracne
SINTESI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto