Evoluzione della psiche
Dal primitivismo psichico magico-mitico all'evoluzione analitico-creativa
16,00 €
9,6 €
     
SINTESI
L’evoluzione della psiche umana è un fenomeno che è stato sempre strettamente correlato, influenzato e condizionato da specifici fattori storico-culturali. Le funzioni psichiche e la loro diversa rappresentazione nell’esistenza delle persone hanno avuto uno sviluppo che a partire dal primitivismo naturale, essenzialmente pulsionale, ha visto gradualmente acquisire la dimensione affettivo-sentimentale e logico-razionale, ma non sempre la loro espressione è risultata integrata armonicamente nella mente. Nel corso della storia il passaggio dal Pensiero magico-mitico al Pensiero Razionale ha obliato la funzione psicologica del sentire, che permette altresì di armonizzare la dimensione naturale primitiva-pulsionale con la dimensione logico-razionale evitando la proiezione all’esterno del vissuto psichico. Il primato odierno della Ragione-razionalizzante non esclude l’erompere destruente e confusivo di un desiderare primitivo-onnipotente in grado di possedere incongruamente la psiche dell’uomo. A fronte di questo scenario di sofferenza si propone il recupero del “sentire interiore” come funzione in grado di conferire un “senso” all’Esistenza individuale, spesso contaminata da razionalizzazioni emotive e desideri dereistici.
pagine: 364
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-7668-2
data pubblicazione: Ottobre 2014
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto