I conservatori femminili a L’Aquila nell’Ottocento
Carità “educatrice”, istruzione e modelli di vita
16,00 €
     
SINTESI
L’essentia più profonda dei conservatori femminili intesi quali “luoghi” di educazione ed istruzione delle fanciulle appartenenti alle classi sociali più svantaggiate sfugge ancora agli studiosi considerate le nutrite peculiarità caratterizzanti queste istituzioni legate, nel loro operato, all’agire e all’essere della chiesa locale, dei governanti, del patriziato autoctono. Lo scopo del volume è, pertanto, quello di far emergere un misconosciuto aspetto dei conservatori che va oltre l’assistenzialismo caritatevole, cristiano ed indulgente: l’aspetto pedagogico, con particolare riferimento all’operato dei conservatori femminili aquilani nell’Ottocento. Monache, educande ed educate, ma anche bizzoche, vedove ed ex meretrici: modelli di vita polimorfi e complessi, connessi ai diversi conservatori, vengono trattati in questo volume congiuntamente ad una tematica più vasta: l’educazione femminile.
pagine: 360
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-7390-2
data pubblicazione: Luglio 2014
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto