Dal problema inverso della prospettiva al raddrizzamento fotografico
18,00 €
10,8 €
     
SINTESI
Negli ultimi dieci anni la tecnologia digitale ha cambiato radicalmente il modo di produrre e utilizzare le immagini fotografiche sia nell’uso amatoriale che in alcuni ambiti scientifici. La fotogrammetria è uno di questi. È una disciplina che consente di ricavare la forma geometrica di un oggetto elaborando una o più immagini fotografiche. Un’applicazione di fotogrammetria è il raddrizzamento fotografico che sfrutta le possibilità di manipolazione delle immagini digitali per scopi metrici nell’architettura, nell’archeologia, nell’ingegneria e nel design, e anche in molti altri settori scientifici che studiano la forma degli oggetti. Il raddrizzamento fotografico non è un prodotto dell’era digitale; le prime applicazioni sono contestuali alla scoperta della fotografia nei primi decenni dell’800. Questo breve saggio vuole dimostrare che il metodo, così come si è delineato nel corso del ’900, è una evoluzione della restituzione prospettica che a sua volta affonda le radici scientifiche nel ’600 quando eminenti studiosi di matematica cominciarono ad occuparsi di prospettiva. La prima parte del libro è dedicata a questo particolare aspetto della storia della prospettiva, meglio conosciuto come problema inverso. La seconda parte del libro, curata da Wissam Wahbeh, contiene alcune utili indicazioni di metodo nell’uso del raddrizzamento fotografico, riprendendo concetti e termini propri della fotogrammetria, che oggi, nella frequente pratica comune, vengono spesso dati per scontati.
pagine: 204
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-7387-2
data pubblicazione: Luglio 2014
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto