L’Italia nella Triplice Alleanza
Politica e sistema militare
20,00 €
12,00 €
     
SINTESI
Le alleanze militari e le trame diplomatiche costituirono lo sfondo entro il quale s’inserirono le riforme che lo Stato Maggiore italiano produsse dal 1871 al 1914. Queste, mutarono il volto dell’esercito italiano che da anello debole dell’alleanza con gli Imperi centrali (Triplice Alleanza) divenne l’ago della bilancia nello scontro che si andava a profilare tra i due blocchi di potenze contrapposti. Alla vigilia dello scoppio della Grande Guerra l’Italia aveva migliorato il proprio apparato militare e dato una fisionomia più dinamica e “vicina” agli eserciti delle maggiori potenze continentali dell’epoca. Il 23 maggio 1915 il Regno d’Italia avrebbe dichiarato guerra all’Impero austro-ungarico, aprendo il fronte italo-austriaco: seicento chilometri di trincee che andavano dai 3mila metri dell’Ortles al mare Adriatico, partecipando alla più grande guerra di posizione di ogni epoca.
pagine: 488
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-7302-5
data pubblicazione: Luglio 2014
editore: Aracne
collana: Storia contemporanea | 24
SINTESI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto