Il (Super) Reich prussiano e luterano di Droysen tra Macht e Friedenspolitik
8,00 €
4,8 €
     
SINTESI
Restituendo i concetti fondamentali del pensiero storico e politico di Johann Gustav Droysen, quali quello di unità e libertà, da una parte, e dall’altra quelli di stato di potenza e stato di pace, senza dimenticare il decisivo apporto della religione luterana declinata in senso politico (luteranesimo politico), l’autore intende ricostruire l’itinerario biografico e intellettuale del professore pomerano, prendendo le mosse dall’esperienza da questi vissuta a Kiel (1840/1851) sotto la pressione della schleswig-holsteinische Frage, proseguita nella Paulskirche di Francoforte (1848/1849), fino alla fondazione del Reich bismarckiano nel 1871. Unificazione, che, in continuità, pur se solo parziale, con la riflessione svolta da Droysen nella Geschichte der preußischen Politik (1855/1886) e in altri fondamentali lavori dedicati alla politica prussiana, sembrò essere stata raggiunta sacrificando la libertà ed esaltando l’elemento della Macht a sua volta posto in assonanza con quello di Staat.
pagine: 96
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-7212-7
data pubblicazione: Maggio 2014
editore: Aracne
collana: Quaderni della Fondazione Luigi Salvatorelli - Marsciano | 16
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto