Il sadismo del potere negativo e l’omertà
Storia di un conflitto non risolto tra emozioni, cultura e ignoranza
8,00 €
5,5 €
     
SINTESI
L’Autrice racconta un evento, vissuto in una grande organizzazione sindacale, che non solo l’ha totalmente espunta dal contesto lavorativo, ma soprattutto ha fatto “deragliare” la sua esistenza, sospingendola verso l’autodistruzione in risposta a sue aperture di fiducia, amicizia ed amore. Tra il 1981 e il 2013 ha avuto due psicoanaliste di scuole diverse. Nessuna delle due ha potuto ricevere il racconto dettagliato di questa vicenda, né la sofferenza emotiva fortissima che ha procurato. Forse il loro genere le ha indotte a tacitare qualcosa di troppo pauroso anche per le proprie orecchie. La violenza è penetrata molto a fondo e tutti i partecipanti a questa perversa vicenda hanno sempre cercato di indurre l’Autrice al silenzio; nessuno si è indignato per la crudeltà cui è stata sottoposta. Raccontare e rendere pubblico il danno ricevuto diventa così un atto concreto teso a sanare una sofferenza tanto profonda quanto inutile. Il volume, breve e di agile lettura, è rivolto a chi ha memoria del contesto storico–politico in cui si inseriscono gli eventi riportati, ma anche a chi, nato dopo la caduta del muro di Berlino, sia curioso di conoscere alcuni aspetti del sistema di relazioni interno a grandi organismi di massa durante la Guerra Fredda.
pagine: 100
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-7166-3
data pubblicazione: Giugno 2014
editore: Aracne
SINTESI
EVENTI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto